chiudi

Se state programmando le vostre vacanze in questa meravigliosa isola, in quest’articolo troverete tutte le cose da vedere e consigli utili per organizzare al meglio il vostro viaggio.

Zante fa parte delle isole Ionie, insieme a Corfù e Cefalonia.Un vero paradiso naturale, famosa per la riproduzione delle tartarughe caretta caretta.

Collegata dagli aeroporti di Roma, Milano e Bologna. Raggiungibile in nave dai porti di Venezia, Ancona, Bari e Brindisi, con collegamento a Patrasso. Da qui la possibilità di raggiungere il porto di Killini distante circa 45 minuti per poi prendere il traghetto che vi porterà sull’isola in meno di un’ora.

Per gli spostamenti interni assolutamente consigliabile è affittare per l’intera durata del viaggio il quad, il mezzo  più utilizzato dai turisti. L’isola è piccola e dal nord al sud i tempi di percorrenza per raggiungere le località di maggiore attrazione turistica sono piuttosto corti, circa un oretta. Lo stesso vale da est verso ovest e viceversa. Le strade sono per lo più di campagna, con la presenza di una ricca vegetazione di ulivi e piccoli borghi sparsi su tutto il territorio.

Il clima è caratterizzato da estati molto calde e secche.

La parte occidentale è ricca di scogliere e grotte, mentre ad est e a sud troviamo un parte molto più pianeggiante.

L’isola offre diverse possibilità di alloggi, hotel e residence a prezzi davvero convenienti. Potreste infatti ritrovarvi per esempio a pagare intorno ai 300 euro per una settimana durante il mese di luglio.

Cosa vedere a zante

I luoghi preferibili per soggiornare sono nelle vicinanze delle spiaggie e nelle località più rinomate e vivaci dell’ isola come: Alykes, Tsilivi, Laganas, Aghios Sostis e Argassi. Tutte offrono bar, locali, ristoranti e negozi di souvenir, market aperti fino a tarda notte. Rimarrete stupiti dall’atmosfera che si respira quando arrivi di sera. Sarete accolti da un tripudio di luci e colori, insegne illuminate, quasi da sembrare di essere in una località  thailandese. Vedrete improvvisamente spuntare poi numerose carrozze, nella strada principale di passaggio.

Laganas è la più adatta ai giovani, contraddistinta da numerose discoteche.

La cittadina di Zante è caratterizzata da vie e portici con tanti negozi, bar e ristoranti. Affacciata sul porto da dove arrivano i collegamenti da e per l’isola.

Sul versante est troverete uno dei luoghi più belli del mediterraneo.

  • La spiaggia del Navagio o spiaggia del relitto, è una piccola lingua di sabbia bianca dal mare azzurro, dove al centro sono rimasti i resti di una barca di contrabbandieri di sigarette naufragata li nel 1983.  Per recarsi è possibile da Porto Vromi raggiungere la spiaggia in barca con 15/20 euro. Ma altrettanto consigliabile è dirigersi verso Volimes, per avere la possibilità di ammirare la spiaggia dall’alto, recandosi alla shipwreck view infatti vi troverete a fare un piccolo percorso a piedi fino ad arrivare nella parte più alta. La vista vi metterà i brividi dandovi l’impressione di un luogo surreale. La profondità del mare, l’azzurro dell’acqua e le scogliere bianche alte vi lasceranno senza fiato , conservando questo bellissimo ricordo per tutta la vita.

Proseguendo verso sud, sempre dal versante est, da vedere:

  • Porto Limnionas, una stupenda piscina naturale circondata da rocce bianche, con possibilità di affittare lettini e ombrellone al costo di 8 euro. Sul posto troverete anche un ristorante dove pranzare.

Scendendo ancora più a sud:

  •  Porto Roxa, anche qui strutture con possibilità di lettini e ombrellone, bar e ristoranti. Ricordatevi che è tutta scogliera quindi per fare il bagno dovrete tuffarvi.

Le più belle spiaggie del versante est da non perdere sono:

  • Makris Giallos, spiaggia di ciotoli, con mare particolarmente verde.
  • Xygia, una stupenda caletta molto suggestiva, dal mare verde, acqua sulfurea caratterizzata da piccole correnti fredde. Possibilità di lettini e ombrellone al costo di 8 euro, ma dovrete andare presto per trovare posto.  Altra particolarità è la possibilità di fare i vostri ordini dalla spiaggia al bar/ristorante collocato in alto , ricevendoli attraverso una piccola ingegnosa teleferica artigianale.
  • Amoudi, spiaggia caratterizzata da fondale basso e acqua cristallina.
  • Tsilivi, spiaggia libera e privata caratterizzata da fondale basso e acqua cristallina.

Andando verso il sud dell’isola, sempre nel versante est troverete:

  • Banana beach, spiaggia di sabbia, dal fondale sabbioso, e acqua trasparente. Avrete la possibilità di sostare nel libero o privato. Alcuni lettini e ombrelloni richiedono solo una libera offerta. Fantastico Banana baya beach bar/Restaurant che posizionato un pò più in alto, dona una meravigliosa vista sull’intera baia, regalando momenti di puro relax ai suoi clienti, con la presenza oltre di tavoli, anche di sdraie, amaca, e letto baldacchino. Un posto davvero accogliente.
  • Gerakas, formata da una lunghissima lingua di sabbia che termina su un promontorio interamente d’argilla che si tuffa su un bellissimo mare trasparente. Per chi avesse voglia di svegliarsi prima dell’alba,  l’opportunità, da maggio a ottobre, di assistere alla schiusa delle uova di tartaruga ed ammirare decine di esemplari raggiungere il mare. Proprio perché scelta dalle tartarughe per la riproduzione, questa spiaggia è una zona protetta dal parco marino ed oltre ad essere priva di grosse strutture turistiche l’accesso n’è proibito da mezz’ora prima del tramonto fino a mezz’ora dopo l’alba.

A sud da vedere:

  • Aghios Sostis spiaggia con fondale basso con ombrellone e lettini alla modica cifra di 6 euro per due persone, bar/ristorante.

Da qui proseguite e dirigetevi presso:

  • Cameo Island: immaginatevi una piccola isoletta sospesa sul mare, raggiungibile da un caratteristico pontile. Quando entrerete vi verrà dato un pass obbligatorio del costo di 5 euro che comprende una consumazione a scelta. Ecco a questo punto che vi si aprirà uno scenario che non immaginavate assolutamente, una spiaggetta dove il mare è verdissimo con al di sopra teli bianchi appesi ad un filo. Sembra di ritrovarsi un piccolo paradiso segreto.

Da aghios sostis potete acquistare i biglietti per un tour sull’isola di Marathonisi, l’isola delle tartarughe, e le Keri Cave, dove passerete attraverso gli spettacolari archi delle sue grotte.

Ultimo consiglio, il tramonto si guarda al Keri Lighthouse, dove troverete un chiosco che vi offrirà la possibilità di godervi un drink in relax con una splendida vista sul golfo. Alle due estremità troverete due vertiginose viste sul mare e sulle scogliere e il faro. Per poi decidere se fermarvi a cenare al ristorante di Keri lighthouse che offre una vista meravigliosa e piatti con prezzi nella media dell’isola.

Per mangiare fuori sull’isola la spesa media per due persone, difficilmente supererà i 30 euro. Il dolce è quasi sempre offerto dal ristorante e i servizi veloci e curati. (nel prossimo articolo riferimenti sui ristoranti consigliati )

Tags : cosavederezante
Daniela

Autore Daniela

“la sensibilità mi ha fatto sempre andare oltre ogni tipo di apparenza e maschera, mi sono sentita spesso in una realtà ancora da realizzare, mi faccio trasportare dai sogni indossando quotidianamente il mio sorriso migliore “

Lascia una risposta