chiudi
lisbona vedere 3 giorni

Lisbona: come vedere tutto in 3 giorni. Attrazioni, mappe e informazioni utili per visitare la città.

Lisbona: come vedere tutto in 3 giorni

Partiamo con qualche informazione utile

Dall’aereoporto è possibile raggiungere il centro di lisbona con la metro facendo un cambio, con i taxi (uber) o con aerobus. Il sistema più economico è senz’altro la metro.

La metro è attiva tutti i giorni dalle 6.30 all’una della notte. Il costo del biglietto singolo è di 1,50 euro.

Si può scegliere se fare la Lisbona Card che ti permette di utilizzare qualsiasi mezzo pubblico nella città quindi autobus, ascensori, tram, metro e treni e ti da diritto a sconti o entrate gratuite nei musei.  Più conveniente invece è la Viva Viagem che costa 0,50 centimi e e si carica in base all’utilizzo. Il costo per utilizzare tutti i mezzi pubblici per 24 ore in questo caso è di 6,40 euro altrimenti si può fare per due o 3 giorni in base alla necessità. Ricordatevi che probabilmente non vi sarà utile per tutti i 3 giorni perchè il centro storico e antico di Lisbona si gira facilmente a piedi.

Per raggiungere invece la Torre di Belem, Il monumento alle scoperte e il Monastero de Jeronimos che si trovano tutti vicini l’uno con l’altro, dovete prendere il tram 15E da pc. de Figueira o da Pc. de Commercio. Perchè la metro non vi porta in questa zona.

Cosa diversa invece, se si vuole visitare la parte di Lisbona più moderna dedicata all’Expo 98. Qui basterà scendere a Estacao de oriente. Stazione dei treni e metro.

Il centro storico della città è atttraversata invece dai tram e gli elevatori storici di cui vi parlo dopo.

Un’altro mezzo che si usa per girare la città e che non vi dice nessuno è il tuk tua o ape elettrica, presenti in tutta la città vi permetteranno con circa 10/18 euro a testa di fare il giro della città di un’ora un’ora e mezza nei quartieri che vi interessano maggiormente con una guida ed evitando le faticose salite.

Armatevi di scarpe da ginnastica per le salite, e attenzione perchè le stradine con i suoi ciottoli sono spesso scivolose. La sera portate con voi sempre una giacca per coprirvi le spalle perchè fa fresco e tira un pò di vento, anche in piena estate.

 

 

La visita delle attrazioni più importanti della città si può fare in 3 giorni di viaggio. Ma è importante dividere al meglio la visita. Prima di partire è giusto avere chiara l’idea del centro antico di Lisbona e quindi la parte più caratteristica, che è suddivisa in varie zone. Il centro non è grandissimo ma proprio per questo motivo ci si può trovare ad andare da una parte all’altra senza capire la particolarità di ogni quartiere e facendo difficoltà a trovare i punti d’interesse.

Per questo vi lascio qualche mappa e spiegazione per capire come organizzare la visita della città e godere a pieno di tutte le bellezze. E così da lasciarvi un idea chiara di come sono divise e allo stesso tempo unite le zone della città.

Lisbona è una città di cui ci s’innamora perchè conserva la sua vera autenticità da secoli e al tempo stesso guarda al futuro con delle zone completamente rivisitate e super moderne. Circondata da paesaggi e luoghi mozzafiato. I suoi colori sono incredibili e passeggiando avrai sempre gli occhi all’insù per ammirare l’architettura colorata dei palazzi e delle piastrelle.

Partiamo dalla zona che ho amato di più e mi è rimasta nel cuore…

L’Alfama

Alfama è il quartiere più caratteristico di Lisbona. Qui si può arrivare a toccare l’anima più vera e autentica della città. Un giro qui ti permette di scoprire  la vera lisbona, attraverso le sue salite, i suoi locali, le sue terrazze panoramiche, le stradine di ciottoli e le case di un tempo. Passeggiando puoi ammirare l’autenticità e la vera tradizione locale. I momenti più belli sono stati sicuramente la visita alla chiesa di Sant’antonio, scendere nelle vie del quartiere vecchio ammirando diverse  finestre e facciate sulla città. Perdermi nelle vie tra i numerosi locali che suonavano e  permettevano di sederti a mangiare. E poi ancora non dimenticherò mai il momento in cui sedendoti nel miradouro di santa luzia per ammirare il panorama, vieni immerso totalmente nelle emozioni di chi suona la musica con la chitarra. Per un attimo ti fermi ad osservare il mondo dalla parte di chi suona e difronte vedi gente ,vita che passa, di tutte le etnie. E ti fai cullare dalle note, con il vento tra i capelli. Senti ad un tratto il campanello del mitico tram 28 che passando per un attimo di distrae ,ma poi girandoti puoi continuare ad ammirare l’orizzonte del cielo blu che si fonde tra i tetti ed il fiume. Circondato dai colori accesi dei fiori e i dei tradizionali alzulejos ti puoi sentire meravigliosamente catapultato in un magico quadretto.

Quindi ricapitolando ecco cosa vedere nel quartiere Alfama….

Partite dal Castello de Sao Jorge che si trova in cima per poi scendere fino al fiume tago. Qui passeggerete tra le mura e avrete una vista mozzafiato sulla città.

Qui ,  come vi dicevo potete ammirare dopo il castello, gli splendidi miradoures, tra cui lo splendido Miradouro de Santa Luzia con affaccio sui tetti e fiume e il meno famoso ma bellissimo Miradouro das Portas do Sol che si trova poco più su!

 

Passate di qui con il tram giallo 28. Il tram 28 è lo storico tram di Lisbona che conserva ancora oggi le sue caratteristiche. E’ possibile fare il giro della città e del centro storico a bordo del tram. Recatevi la mattina presto o la sera perchè nelle ore centrali della giornata le code per salire su sono molto lunghe.

Fermatevi nella chiesa di Sant’Antonio per assistere ad una messa cantata, da brividi.

Mentre poco più avanti troverete la Cattedrale di Lisbona

 

Perdetevi nei vicoli di scale e ciottoli del quartiere fermandovi a mangiare nei suoi numerosi locali dove oltre mangiare piatti portoghesi suonano e cantano la musica del fado.

Visitate il Museo del Fado che si trova nella parte più bassa.

Vicino all’alfama e poco più in alto come potete vedere dalla cartina, si trova invece il Quartiere de Mouraria

Mouraria

Mouraria mantiene il suo carattere autentico sia per quanto riguarda le tradizioni popolari portoghesi, sia per essere sempre stata nella storia una zona di stranieri. Il suo nome già dice tutto: deriva da Mouros, ossia gli arabi confinati qui dal re D. Alfonso Henriques dopo la Riconquista cristiana. Oggi è uno dei quartieri più multiculturali del centro dove però sembra esserci una certa armonia tra le culture straniere e quella locale.

La musica simbolo del Portogallo, che parla di amore, saudade e anche di rivolte popolari, è nata proprio in questo quartiere: Mouraria non a caso è conosciuta come la culla  do fado. Nelle strade di quello che nel XIX secolo era uno dei quartieri più degradati di Lisbona, l’artista Maria Severa Onofriana, conosciuta semplicemente come A Severa, intonò i primi versi di fado.

Per questo motivo in Escadinhas de Sao Cristovao una street art dedicata a questi personaggi.

alocalsguidetolisbonstreetart

A fianco di questi due quartieri troviamo il centro nevralgico e centrale della città! Il quartiere Baixa.

Placa de Rossio e Placa de Commercio sono i due poli opposti del cuore storico della città, circondate dai edifici in architettura neoclassica e dalle vie principali dello shopping: Rua Augusta che unisce le due piazze e le altre due vie gemelle che s’incrociano, Rua Aurea e Rua da Prata.

Placa de Rossio è da visitare per la sua particolare pavimentazione, qui in passato si sono svolte numerose corride e festival.

Placa de commercio, ricostruita dopo il terremoto del 1755, (prima sorgeva il palazzo reale Ribeira). è data da un complesso di edifici con porticati lungo tre dei suoi lati, mentre il lato a sud è aperto e guarda verso il Fiume Tago. Storicamente qui arrivavano le barche dei mercanti ed era la porta di Lisbona.

In rua Augusta troverete oltre negozi, ristoranti anche la Fabbrica del pastel de Nata, dove nascono i famosi pasticcini portoghesi fatti di pasta sfoglia e crema pasticceria

e la Casa portuguesa do pastel de bacalhau, che sono le tipiche polpette di baccalà.

Inoltre nel quartiere Baixa troverete l’Elevador de Santa Justa che collega il baixo al quartiere Chiado.

 

Questo ascensore è una suggestiva struttura che dagli inizi del ‘900 ha il compito di mozzare il fiato a tutti i visitatori con una vista a 360° su Lisbona. Monumento principale del Quartiere.

Chiado

La fama di questo quartiere lo si deve al fatto di essere stato il quartiere degli artisti. In molte piazze e bar si possono infatti trovare le statue e frasi celebri di poeti ed artisti. Al caffè A Brasilia per esempio troverete la statua in bronzo del più famoso poeta portoghese: Fernando Pessoa, che amava stare lì.

Zona molto animata ricca di negozi.

Da vedere qui anche il Convento de Carro, che si trova appena vicino l’elevador de santa justa.

La chiesa del convento, che  era la più grande chiesa gotica della città, venne distrutta dal terremoto del 1755 e rimane tuttora uno dei principali resti del disastro che colpì la capitale portoghese.

Qui mi trovavo nella scalinata tra l’elevador e il convento, nella parte che unisce la baixa al chiado.

Scendendo verso giù nella Rua de Carvalho troverete la famosa Pink Street. La rinascita di Pink Street è avvenuto nel 2011, nel tentativo di trasformare l’atmosfera e la reputazione del quartiere. Le porte dei bordelli e dei bar malandati si chiusero e si aprirono accoglienti caffetterie e un nuovo tipo di vita notturna. Come molti punti trascurati intorno a Lisbona, Rua Nova do Carvalho ha usato la sua storia come un trampolino di lancio invece che come un ostacolo, e alcuni dei nuovi bar e locali hanno conservato ricordi del passato, utilizzando colori vivaci per l’arredamento.

 

Proseguendo più avanti 4 minuti a piedi circa troverete Il mercato della Ribeira che è stato acquisito dal Time out Market. Lo trovate In Avenida 24 de Julho.

Il Time out food market riunisce il meglio della cucina portoghese, e non, con piatti ideati dai migliori chef del Portogallo, il tutto in una vivace zona comune.  Si divide in due zone, la prima un vero e proprio mercato dove acquistare i prodotti, mentre la seconda appunto è dove si mangia in quest’area comune, in assoluto il luogo più trendy e tappa assolutamente imperdibile a Lisbona.

Barrio alto 

Il barrio Alto che confina con il Chiado nella parte alta. Si trova nella cima opposta della città rispetto all’Alfama. Ed è un quartiere creativo, ricco di artigiani, designer. Un quartiere davvero attraente e pieno di vita. Sopratutto quella notturna.

Il modo più più semplice e spettacolare, ma sopratutto più famosa per raggiungere il Bairro Alto sono i due tram (elevadores o ascensor) “da Bica” e “da Gloria”. La Gloria parte da Piazza dos Restauradores e in pochi minuti, attraversando uno stretto vicolo in forte pendenza, porta nel cuore del Bairro Alto. La Bica, invece, parte dalla stazione di Cais do Sodrè.

Il quartiere del Bairro Alto a Lisbona

Ma non è tutto. In questo quartiere da non perdere anche il Miradouro de Santa Catarina.

Miradouro de Santa Catarina, Lisboa

Rimaneno in tema di creatività e di quartieri, mi sposto più ad ovest dalla città per dirigermi alla Lx Factory che si trova attaccata  Al ponte 25 aprile.

Il ponte 25 aprile è il ponte sospeso sull’estuario del fiume Tago, che attraversa Lisbona. Da un lato del ponte troverete il Cristo-Rei, nel quartiere di Almada: una grande statua di Gesù Cristo ispirata alla statua del Cristo Redentore che si trova a Rio de Janeiro. La vista da lassù è pazzesca, com’è pazzesco attraversare questo ponte che come molti dei ponti portoghesi viene attraversato nella parte sopra da macchine e pedoni e sotto dal treno.

Image result for ponte 25 aprile e cristo re

Lx Factory 

Oltre alla Lisbona legata alle tradizione, ho avuto il piacere di scoprire una Lisbona innovativa. Lx factory è una zona industriale che è stata completamente rinnovata e trasformata. Qui vive una vera e propria Lisbona Underground, che richiama alcune zone di Londra. Mercati vintage, locali e ristornati di design, percorrono lungo muri di meravigliosa street art. La meraviglia della Libreria Per Devegar, che fa parte delle 10 librerie più belle al mondo, e le botteghe di artigiani e artisti.  Tutto questo rende la zona una tappa imperdibile e sempre animata sia di giorno che la sera.

Quartiere Belem

Continuando sulla strada che porta ad ovest della città, esattamente nel quartiere Belem, troviamo i tre monumenti imperdibili e fantastici di Lisbona.

I primi due si trovano uno di fronte all’altro e sono: Il monumento alle scoperte in portoghese chiamato: Padrao dos descobrimentos e il secondo il Monastero dos Jeronimos.

Il monumento alle scoperte sulla riva del fiume Tago, fu realizzato nel 1960, a cinquecento anni dalla morte di Enrico il Navigatore, per celebrare l’era delle scoperte realizzate dai navigatori portoghesi fra il XV ed il XVI secolo.

Difronte a questo meraviglioso monumento erge un altro monumento di incredibile bellezza che è appunto il Monastero do Jeronimos composto dalla Chiesa e dal Chiostro.

Realizzato in stile manuelino su progetto dell’architetto Diogo de Boitaca, fu fatto costruire dal Re Manuele I per celebrare il ritorno del navigatore portoghese Vasco da Gama, dopo aver scoperto la rotta per l’India.

Il Monastero dos Jeronimos non manca mai di affascinare i suoi visitatori per le ricchissime decorazioni, lo straordinario contrasto della pietra con il cielo azzurro di Lisbona, i portali riccamente scolpiti e il monumentale chiostro.

chiuso il lunedì. Aperto dalle 10 del mattino alle 5 del pomeriggio.

.

Il monastero, è una celebrazione del periodo storico più importante della nazione portoghese, insieme al monumento delle scoperte e alla torre di Belem.

 

La Torre di Belem 

È un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO che ha avuto un ruolo chiave nell’Era delle scoperte dell’Europa, poiché serviva sia come fortezza che come porto da dove gli esploratori portoghesi partirono per stabilire quale sarebbe stato il primo commercio europeo nella storia con Cina e India.

La Torre di Belém è aperta da ottobre-aprile dalle 10.00 alle 17.30; da maggio-settembre dalle 10.00 alle 18.30; Il monumento è chiuso il lunedì.

La domenica mattina l’ingresso è gratuito come per tutte le principali attrazioni della città.

Andiamo invece nel polo opposto della città quello più ad Est per visitare la Parte più Moderna di Lisbona, dove è stata fatta l’Expo 1998.

Il Parque das Nacoes o quartiere Expo è il quartiere più moderno di Lisbona dove sorge un grande centro commerciale, il Casino di Lisbona, la teleferica, l’Ocenario, il lungo Tejo, il Ponte Vasco de Gama con i suoi 17 km di lunghezza.

Questa zona si raggiunge facilmente con la metro scendendo alla stazione Estacao do Oriente.

Image result for estação do oriente lisbon

il Parco delle Nazioni è Lisbona proiettata nel futuro. Questa enorme zona adagiata lungo la riva est del fiume Tago è il risultato di uno dei più riusciti progetti di riqualificazione urbana, in grado di trasformare un’ex area portuale nella periferia della città in grave stato di degrado e abbandono in una delle zone più moderne e trendy. L’occasione per riqualificarla fu appunto l‘Esposizione Universale Permanente del 1998 (EXPO)

Da non perdere una foto con questa meravigliosa installazione artistica “ibernai lynx”.

Arte de Rua - Bordalo II #reciclagem #streetview #art #street_vision #streetart #igdaily #plastics #bordalo #bordaloii #artederua #trashart #urbanart #linceiberico #iberianlynx #ilovelisboa #wow_portugal #portugalemfotos #portugaldenorteasul #parquedasnacoes #portugal_places #instadaily #instapic #bestoftheday #amar_portugal #igerlisboa #visitlisboa #lisbonportugal #lisbon #lisboa #explorelisbon

iQuesta una delle creature di Bordalo II,  geniale street artist,  un’ artista portoghese divenuto noto in tutto il mondo grazie alle sue creature fantastiche fatte di rifiuti, presenti in diverse città del mondo oltre che in Portogallo.

kmLa sua tecnica infatti è quella di creare opere giganti, che riproducono uccelli, insetti, pesci, piccoli e grandi mammiferi, grazie al riciclo di materiali pescati nelle discariche. Pezzi di automobile, copertoni, biciclette: qualsiasi materiale di scarto diviene nelle mani di Bordalo II un potenziale elemento con cui creare.

Altra attrazione che vi consiglio di non perdere è ovviamente il National Museum of the Azulejo, dove potete ammirare la bellezza e la storia delle piastrelle azulejos che caratterizzano la bellezza architettonica di Lisbona e del Portogallo.

Image result for national museum azulejos

Si trova qui:  R. Me. Deus 4, 1900-312 Lisboa, Portugal

Le bellezze però di Lisbona non finiscono qui ma proseguono nei dintorni della citta….

Da non perdere nei dintorni di Lisbona.

A 25 minuti da Lisbona troviamo  Sintra, una località ai piedi del monte Sintra dove erge il fantastico PALACIO NACIONAL DE PENA.

Patrimonio mondiale dell’Unesco e una delle 7 meraviglie del Portogallo.

Il consiglio è di fare il biglietto online per evitare code. Costa 14 euro e ti permette di visitare il parco e l’interno del Palazzo. Conviene recarsi con l’autobus o taxi che dal centro di sintra vi porta fino a su. Se vi recate in macchina vi consiglio di arrivare prima delle 10 perche’ se no sarà impossibile trovare un parcheggio. E per evitare code infinte all’ingresso. Se volete visitare solo l’esterno del palazzo non dovete mettervi in coda ma potete girare tranquillamente attorno al palazzo i suoi gradini e le sue terrazze panoramiche.

A Sintra inoltre non perdete: Cabo da Roca

È uno dei luoghi di interesse più visitati di Lisbona e sicuramente uno dei punti di osservazione più belli in Portogallo.

Roca è un capo situato a 140 metri sul livello del mare, sulla costa portoghese, nella frazione di Colares. Il punto più occidentale del continente europeo “dove la terra finisce e inizia il mare”.

Image result for cabo de roca

SPIAGGIE DINTORNI LISBONA

Se cercate paesaggi da sogno oltre a Cabo de Roca, non perdete Azenhas do mar, a sintra. Infatti la vista da queste rocce a strapiombo sull’oceano regalano una vista impagabile che ricorderete per sempre.

Image result for azenhas do mar portugal

Se invece cercate spiaggie dove il mare è più piatto e balneabile  ecco le spiaggie…

Costa da Caparica è una lingua di sabbia bianca finissima che si estende per chilometri.

Related image

Praia de Carcavelos 

Related image

Spiaggie di Cascais

Cascais è la località balneare più famosa nei pressi di Lisbona: un tempo località di villeggiatura di nobili e celebrità, oggi è una popolare meta di gite in giornata dalla capitale.

Dove mangiare a Lisbona? 

Evitate i posti troppo nella zona super centrale della Città, perchè potreste rimanere delusi dai menù troppo turistici. Se cercate l’essenza della cucina portoghese vi consiglio di andare nel quartiere di Alfama, dove le proposte per voi saranno infinite. Nel quartiere mouraria invece salendo le scale dell’escadinhas de sao cristovao e proseguendo in quelle stradine troverete un ristorante di pesce in una piazzetta che merita l’attesa. Altro consiglio è di mangiare nella zona di Lx factory, cercando il locale che fa per voi,  oppure fermatevi direttamente al Rio Maravilha.

Related image

O ancora una sosta al time out market sicuramente non vi lascerà mai delusi.

Pianificando il programma e dividendo le zone in 3 giorni riuscirete senz’altro a visitare tutto. Per visitare le spiaggie e dintorni qualche giorno in più sarà necessario.

Buon divertimento e fatemi sapere nei commenti se questa guida vi è stata utile!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags : lisbona
Daniela

Autore Daniela

2 commenti

  1. This blog is definitely rather handy since I’m at the moment creating an internet floral website – although I am only starting out therefore it’s really fairly small, nothing like this site. Can link to a few of the posts here as they are quite. Thanks much. Zoey Olsen

Lascia una risposta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie Policy - Informativa Adempiendo agli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, dall’articolo 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, numero 196, e dal provvedimento generale (doc. web n. 3118884) del Garante per la protezione dei dati personali, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014, registro dei provvedimenti n. 229 dell'8 maggio 2014 in materia di Cookie, si procede con l’informativa su tali temi. Cosa sono i Cookie? I cookie sono dei testi di piccole dimensioni che vengono istallati sul tuo computer o smartphone e tablet quando navighi sul web. I siti visitati inviano i cookie al browser utilizzato (ad esempio Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Safari, Opera) che li memorizza e li ripropone agli stessi siti nel momento in cui li ri-visiterai. I cookie possono essere trasmessi al proprio browser anche da siti o da web server diversi, cioè da terze parti, ciò significa che mentre navighi uno specifico sito web possono essere presenti degli elementi provenienti da altri siti che hanno tali cookie come ad esempio immagini, suoni, mappe, link ad altre pagine. A seconda della tipologia di cookie e quindi dello scopo con il quale viene utilizzato, vengono memorizzati alcuni dati dell’utente, ad esempio per rendere più efficace l’utilizzo di un sito, per abilitare specifiche funzionalità, per monitorare le sessioni di visita. In particolar modo i cookie permettono di memorizzare le preferenze inserite, evitare di inserire più volte le stesse informazioni durante la navigazioni (come username e password), analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti da un sito per ottimizzare l’esperienza di navigazione e i servizi offerti. Tipologie di Cookie I cookie vengono suddivisi in due macro-categorie: Cookie Tecnici, normalmente installati dal titolare o dal gestore del sito web, hanno lo scopo di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy). Per l’installazione dei Cookie Tecnici non è richiesto il preventivo consenso degli utenti. I cookie tecnici si suddividono ulteriormente in: Cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Tali cookie non vengono memorizzati in modo persistente sul dispositivo utilizzato dall'utente e si disattivano automaticamente alla chiusura del browser. Il loro utilizzo è legato alla trasmissione di dati identificativi necessari per consentire una navigazione sicura ed efficiente sulle pagine. I cookie di sessione non permettono in alcun modo l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente. Cookie analytics, utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito, in forma anonima e per ottenere sia un'analisi statistica delle pagine visualizzate sia dei comportamenti tenuti dagli utenti. Questa analisi anonima fornisce informazioni e suggerimenti per migliorare la qualità del sito e per rendere facilmente accessibili i contenuti che si dimostrano più ricercati e interessanti agli occhi degli utenti. I cookie analytics possono essere inviati sia dal sito, sia da domini di terze parti e non permettono in alcun modo l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente. I cookie analytics, se installati da terze parti (es. Google analytics), anche se raccolgono i dati in forma anonima, sono assimilati ai cookie di profilazione, come indicato dal Garante per la protezione dei dati personali. Cookie di funzionalità: assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso. Tali cookie permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Cookie di Profilazione, hanno lo scopo di creare i profili dell’utente e vengono utilizzati per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. Tali cookie sono particolarmente invasivi nella sfera privata dell’utente, per tale motivo la normativa europea ed italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi, potendo esprimere così il proprio consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″ . Cookie di terze parti Google Analytics Il Sito utilizza Google Analytics. Si tratta di un servizio di analisi web fornito da Google Inc. ("Google") che utilizza dei cookie che vengono depositati sul computer dell'utente per consentire analisi statistiche in forma aggregata in ordine all'utilizzo del sito web visitato. I Dati generati da Google Analytics sono conservati da Google così come indicato nella Informativa reperibile al seguente link. Per consultare l'informativa privacy della società Google Inc., titolare autonomo del trattamento dei dati relativi al servizio Google Analytics, si rinvia al sito Internet. Pulsanti e widget di social network I Social buttons sono quei particolari "pulsanti" presenti sul sito che raffigurano le icone di social network (esempio, Facebook e Twitter) e consentono agli utenti che stanno navigando di interagire con un "click" direttamente con le piattaforme social. Il sito incorpora pulsanti e widget di Facebook, Google e Twitter, che comportano l'installazione di cookie, anche profilanti, di detti Social. Nessuna informazione viene invece condivisa dal sito in cui il pulsante e widget è incorporato. Per maggiori informazioni, anche sulla disattivazione di tali cookie, si consiglia di consultare i seguenti link: Per Twitter (Twitter inc.) Policy Privacy Policy Cookie Per Facebook (Facebook inc.) Policy Cookie Per Google (Google inc.) Policy Privacy Policy Cookie Tipologie di cookie utilizzati nel nostro sito web Nel nostro sito web vengono utilizzati esclusivamente i cookie tecnici per il quale non è prevista la richiesta di consenso da parte degli utenti con l’unico scopo di garantire la normale navigazione e fruizione del sito web, per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e per ottenere sia un'analisi statistica delle pagine visualizzate sia dei comportamenti tenuti dagli utenti. Come disabilitare i nostri cookie Potrai in qualsiasi momento disattivare autonomamente i cookie utilizzati dal nostro sito web. Generalmente la disattivazione varia dal browser che utilizzi. Sotto troverai le procedure per la disattivazione suddivise per browser: Internet Explorer 9.0+ Internet Explorer 8.0+ Internet Explorer 7.0+ Maggiori informazioni sulla disattivazione dei cookie per Microsoft Windows Explorerhttp://windows.microsoft.com/en-us/windows-vista/block-or-allow-cookies Firefox 2.0+, 3.0+, 4.0+ Maggiori informazioni sulla disattivazione dei cookie per Mozilla Firefox http://support.mozilla.org/en-US/kb/Enabling%20and%20disabling%20cookies Google Chrome Maggiori informazioni sulla disattivazione dei cookie per Google Chrome https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it Safari Bloccare l’installazione di nuovi cookie e rimuovere i cookie esistenti: Andare al menù Safari (icona in alto a destra del browser) e selezionare Preferenze Nella finestra a comparsa che si apre, selezionare l’icona Sicurezza (a forma di lucchetto) Sotto la voce "Accetta cookie", selezionare il pulsante "Mai" Maggiori informazioni sulla disattivazione dei cookie per Safari http://www.apple.com/legal/privacy/

Chiudi